GRANELLI DI POLVERE DI STAR – Recensione “Chiami il mio Agente”

La serie francese racconta il mondo dello spettacolo con sguardo privo di moralismo e carico di ironia e sarcasmo. Monica Bellucci tra le guest star, nei panni di se stessa.

Cosa c’è dietro i nomi in cartellone, i flash sui tappeti rossi, le interviste Tv e tutto il can-can che contraddistingue la vita dei protagonisti dello showbizz? Su questo lato oscuro della vita da star dello spettacolo gioca “Chiami il mio Agente”, la serie Tv francese diffusa su Netflix. Il punto di osservazione è quello degli agenti, quelli che, per gli artisti, si occupano di procurare contatti e contratti, negoziarne le condizioni, in cambio di una percentuale del 10% sui compensi. “Dix pour cent” è infatti il titolo originale della serie, che è ambientata a Parigi e unisce la commedia al dramma in una sguardo senza ipocrisie alla polvere di stelle.

b13a3a1d-6763-4e3a-8f80-a4e42a6ba178

Gabriel, Mathias, Andrea e Arlette, i quattro agenti protagonisti interpretati da Gregory Montel, Thibault de Montalembert, Camile Cottin e Liliane Rovère, sono in difficoltà. La loro agenzia di spettacolo ha appena perso il socio più importante e il suo destino è incerto. Ci vorrebbero equilibrio e razionalità. Doti escluse quando ci si trova tra l’incudine dei capricci dei divi e il martello di una vita privata all’insegna del caos. Così, si procede a tentoni, parando una crisi esistenziale di qua, tentando un affondo alla solitudine di là. In un continuo alternarsi di svolte drammatiche e spunti divertenti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Da questa angolazione, lo sguardo sul mondo dello spettacolo è carico di ironia e sarcasmo e totalmente privo di moralismo. I sentimenti sono raccontati in modo diretto e senza schematismi. È facile entrare in empatia con questi personaggi simpatici e riconoscibili che gli sceneggiatori si sono divertiti a mettere sempre più in difficoltà, portandoci ad amarli ancora di più. Gustoso poi vedere in ogni stagione della serie (per ora sono tre ma è in arrivo la quarta), almeno una star del mondo del cinema nei panni di se stessa. Cecìle de France, Isabelle Adjani e Monica Bellucci si sono prestate al gioco con grande spirito, regalandoci qualche scena davvero spassosa.

dsc06575_4
Il cast completo di “Chiedi al mio Agente”

Abbiamo visto tante serie ambientate tra corridoi e scrivanie di un ufficio in cui si incrociano storie di vario sapore e genere. Ospedali, commissariati, studi legali sono stati ampiamente sfruttati dagli sceneggiatori in qualsiasi registro e genere possibile. In “Chiami il mio Agente”, anche se la formula è identica, ambiente e chiave di lettura sono freschi e originali. Dietro quelle vetrate eleganti, tra una stravaganza da divi e un’emergenza affettiva, al di fuori delle deformazioni farsesche o caricaturali, ci sono brandelli di vite da spiare, imprevedibili e singolari. Granelli di polvere di star che svolazzano per lo schermo. E noi che allegramente li respiriamo tutti.

Per vedere “Chiami il mio Agente” in streaming su Netflix, clicca QUI.

Sergio Gamberale

Rispondi