BOB MARLEY, JOHNNY CASH E GLI ALTRI “REMASTERED”

È in arrivo su Netflix una serie di documentari originali che indagano su eventi controversi e discussi della vita di figure di primo piano della storia della musica pop. Uno alla volta, Bob Marley, Johnny Cash, Sam Cooke e altri protagonisti della scena musicale del recente passato saranno infatti al centro di “Remastered”, una serie di otto documentari cha saranno diffusi uno al mese sulla piattaforma streaming. Si inizia il 12 Ottobre prossimo con “Who shot the Sheriff?” di Kief Davidson, un’inchiesta sul coinvolgimento dei politici locali e della CIA nella violenta repressione del movimento rasta in Giamaica e sul misterioso ferimento di Bob Marley.

La prima pagina del “Daily News” con la notizia dell’attentato a Marley

A Novembre vedremo poi “Tricky Dick and the Man in Black” di Barbara Kopple and Sara Dosa, che racconta il momento in cui Johnny Cash, invitato dal Presidente Nixon alla Casa Bianca per tentare di rinforzare la sua immagine tra i fan del country, generalmente meno radical di quelli del rock’n’roll, rivela una coscienza politica di stampo sovversivo.

L’incontro fra Johnny Cash e Richard Nixon

“Who Killed Jam Master Jay?” di Brian Oakes ci racconterà,  a Dicembre, dell’uccisione di Jam Master dei Run DMC. A seguire, fino a Maggio 2019, vedremo “Massacre at the Stadium”, sul Bob Dylan cileno Victor Jara torturato e ucciso a Santiago del Cile durante la repressione che seguì il golpe di Pinochet; “The Two Killings of Sam Cooke” sull’uccisione fisica e artistica del musicista simbolo della lotta per i diritti degli afroamericani; “The Miami Showband Massacre”, sull’attentato in cui persero la vita quasi tutti i componenti della banda; “Devil at the Crossroads” sulla breve e misteriosa vita della leggenda del blues Robert Johnson; per finire con “Lion’s Share” che indaga sul mistero dei milioni di dollari di diritti d’autore mai versati all’artista sudafricano autore di una canzone ripresa da diversi cantanti americani e perfino dalla Disney.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti